Rimborsi, Resi e Sostituzioni

Babysharing è un luogo fatto di venditori indipendenti che gestiscono i propri negozi. Ciò significa che ogni venditore è responsabile dei propri prodotti e del rispetto delle norme di Babysharing. E’ importante sapere che ogni venditore accettando le norme e le regole di vendita accetta le condizioni sui resi e i rimborsi come la Direttiva UE richiede per gli acquisti nella comunità europea.

1. Acquirenti

Prima di effettuare un acquisto è bene individuare e familiarizzare con le condizioni stabilite dal negozio relative ai resi e alle sostituzioni. È possibile visualizzare queste informazioni nella scheda di prodotto.

Per domande specifiche riguardanti le condizioni di vendita è bene rivolgersi direttamente al venditore. Si può utilizzare il Sistema dei Support Tickets per contattare il venditore e ottenere ulteriori chiarimenti prima di effettuare un ordine.

1.1 Come restituire un articolo

È importante avere un accordo di restituzione con il venditore prima di rispedire un articolo al mittente. È bene assicurarsi di avere le seguenti informazioni:

  • la conferma da parte del venditore, attraverso il sistema di messaggistica di Babysharing, di accettare il reso;
  • un indirizzo, fornito dal venditore, dove rispedire l’articolo da restituire;
  • l’arco di tempo entro il quale il venditore si aspetta di ricevere l’articolo restituito;
  • un accordo che determini quale parte sia responsabile del costo della spedizione dell’articolo restituito (se l’acquirente o il venditore).

Consigliamo anche di conservare tutte le prove della spedizione del reso (come le informazioni sulla tracciabilità o le ricevute postali) nel caso fossero necessarie ulteriori azioni.

1.2 Problemi con una transazione

Dal momento che su Babysharing ogni venditore gestisce il proprio negozio, Babysharing non è direttamente coinvolta nelle transazioni tra singoli acquirenti e venditori.

Per questo motivo, quando incontri un problema con una transazione (come una mancata consegna oppure un articolo che non corrisponde alla descrizione), ti chiediamo come prima cosa di contattare direttamente il venditore per arrivare a una soluzione del problema. Poiché Babysharing non è coinvolta direttamente nella transazione tra acquirenti e venditori, non siamo in grado di emettere dei rimborsi immediati per gli acquisti. Anche se la nostra speranza è che l’acquirente e il venditore giungano a una soluzione comune, non possiamo garantire che ciò accada sempre.

Nel caso non fossi in grado di metterti in contatto con il venditore o di risolvere la situazione direttamente, il passo successivo è contattare il nostro sistema di supporto.

 

2. Venditori

I venditori presenti su Babysharing accettano, aprendo un account venditore, di rispettare le norme sui resi e rimborsi imposti dalla Direttiva UE sui resi e rimborsi, per cui un acquirente ha 14 giorni di tempo per richiedere la restituzione di un prodotto acquistato. Ciò include:

  • che si accettano le condizioni imposte dalla Direttiva UE in materia di resi e rimborsi;
  • che si accetta l’arco di tempo all’interno del quale si accetta un reso;
  • che il responsabile del costo della spedizione del reso è a carico dell’acquirente.

Se prendi un accordo con l’acquirente dove specifichi la tua disponibilità ad accettare un reso attraverso il Sistema dei Support Tickets  di Babysharing, ti verrà richiesto di soddisfare tale accordo. L’accordo potrebbe includere:

  • emettere un rimborso per l’articolo o gli articoli restituiti;
  • fornire a Babysharing la prova della spedizione dell’articolo sostituito;
  • contattare l’acquirente direttamente se dovesse sorgere un problema con la transazione.

Gli acquirenti sono inoltre incoraggiati a contattarti in caso di problemi.

3. Unione europea

Se il tuo acquirente si trova nell’Unione europea sarai soggetto a rispettare le Direttive UE sui diritti del consumatore.

Per un acquirente dell’Unione Europea che desidera risolvere una disputa con un venditore ubicato nell’Unione Europea si può scegliere di utilizzare invece la piattaforma online per la Risoluzione delle dispute all’interno dell’UE, che si può trovare qui.